Archivio di Spettacolo

2012? Grazie, ho già dato

Il fine settimana cinematografico è dominato dalle catastrofi. Anzi, pardon: la Catastrofe.
La fine del mondo arriva (finalmente?) sul grande schermo per la gioia di grandi e piccini. Che, a quanto pare, non vedevano l’ora di assistere all’ennesima distruzione del pianeta. Sai che divertimento.
Si annunciano effetti speciali strabilianti e scene mozzafiato. Alla regia un esperto del settore: Roland Emmerich. Già autore di Indipendece Day, Godzilla e The Day after Tomorrow. Dove il nostro povero mondo fa quasi sempre una brutta fine. Quasi. Poi, comunque, i supertesti trovano  bene o male una soluzione per tirare avanti e rimettere le cose a posto.
Stavolta, però, i guai sono seri. Serissimi.  Di mezzo c’è quella data tanto funesta: 21 dicembre 2012. Che da mesi  fa impazzire internet, riempie alcune trasmissioni tv e fa lavorare parecchie case editrici.
Non poteva certo mancare il Cinema. Ecco allora il grande evento, che punta giustamente ad ingrassare il box office. E a dare una svolta decisiva al business dell’angoscia. 
Resta da capire, lo scopriremo nei prossimi giorni, se gli spettatori hanno davvero voglia di vedere proiettate sul grande schermo le loro ansie e paure. Se vogliono ancora esorcizzare il male attraverso un film. E pagare, anche abbastanza caro, per vedere Piazza San Pietro rasa al suolo e onde giganti travolgere tutto.
Forse qualcuno ne ha piene le scatole. Chissà. Io probabilmente non andrò. “Segnali dal futuro”, interpretato dal pur ottimo Nicolas Cage, ha esorcizzato per benino i miei incubi. Ho già dato.
“Eppure fummo avvisati. Tutti”.  Si legge sulla locandina. Appunto.

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento