Archivio di Eventualmente

Non viaggiare è un pò come morire

Il concetto del viaggiare, con la caduta del muro di Berlino e quindi con la conseguente fine della guerra fredda, è divenuto da vent’anni a questa parte molto più semplice ed immediato; d’altronde la diffusione su larga scala di internet e la possibilità dunque per il cittadino di avere un contatto diretto con compagnie aeree e hotels, senza l’intermediazione di agenzie di viaggi, ha spronato ancor più le nuove generazioni a muoversi e a scoprire. C’è da sottolineare infine che specialmente negli ultimi 5 anni, con la proliferazione di un nuovo concetto di business, legato alle compagnie aeree low cost, chiunque ha la possibilità di girare su vasta scala a costi contenuti.
Non volendo entrare nel merito di quelli che sono i già tanto spesso esplicati parametri di sicurezza delle nuove compagnie aeree, scopo di questo articolo è quello di fornire delle indicazioni adeguate e vantaggiose a chi non è ancora un esperto di internet e delle logiche del mercato, specie del volo.
Le leggi banali, spesso rimarcate in questi casi, per costi di volo molto modesti, sono quella di prenotare con largo anticipo e di viaggiare in bassa stagione… ebbene, non si tratta solo di questo.

L’unico modo per risparmiare veramente viaggiando con certe compagnie quali Ryanair o Easyjet è difatti quello di monitorare quotidianamente i loro siti, dove appaiono, normalmente per poche ore, offerte a cui non si può rinunciare, come voli dall’Italia, nei weekends, per Londra, Madrid o Cracovia a 40 euro andata e ritorno. Non essendo chiaramente possibile stare dietro a tutti i siti delle compagnie aeree low cost, anche perché spesso dai nomi più improbabili, è bene dunque appuntarsi i nomi di alcuni siti che fanno questo lavoro al posto nostro, su tutti www.zingarate.com, ove, su un’unica pagina si avranno tutte le informazioni, in sunto, che cercavamo. Bisogna poi armarsi di pazienza ed esser certi di poter dedicare varie decine di minuti del proprio tempo al sito cui si viene rimandati. Infatti, talvolta le compagnie aeree danno la possibilità di verificare su un’unica schermata, mese per mese, la disponibilità o meno dell’offerta dichiarata (ad esempio fanno così Skyeurope o Easyjet); molto può spesso, invece, chiedono di indicare le date esatte, talora con un margine di tre giorni, talora neanche con quello, in cui si vuole partire: sarà per cui compito del navigatore prendersi la briga di cambiare volta per volta, in modo estremamente paziente quanto frustante, le date di andata e ritorno del proprio viaggio (ad esempio fanno così Ryanair o Wizzair).

Questo appena descritto è certamente il modo migliore per viaggiare low cost verso destinazioni abbastanza inflazionate e quasi sempre intra Schengen: per le altre? Se il surfer avesse voglia di andare a Istanbul, piuttosto che a Mosca, piuttosto che a Ottawa?
Il sito di riferimento a tal proposito è probabilmente www.whichbudget.com, ove, indicando il luogo da cui si vuol partire o dove si vuole arrivare, il nostro nuovo Marco Polo avrà l’opportunità di conoscere tutte le compagnie low cost, od aspiranti tali, del mondo, da quelle indiane, a quelle australiane, a quelle arabe: sarà a questo punto suo compito quello di spulciare tutti i siti verso cui verrà reindirizzato, e che mai avrebbe creduto potessero esistere.
Veniamo poi a quello che è un sito attivo in italiano da pochi mesi, che ha lo svantaggio di non indicare un calendario su cui poter scegliere la combinazione di voli desiderata (è nuovamente giorno per giorno), ma che ha l’incredibile vantaggio di prevedere tariffe, esclusivamente con gestori non low cost di voli (quindi trattasi di British Airways, Alitalia e tutte le altre), anche del 30-40% più basse rispetto al prezzo indicato sul sito dei gestori stessi. L’indirizzo web di questa inesplicabile soluzione è: www.govolo.it.

Il lettore si renderà conto che volare low cost non è difficile, è tuttavia però una ricerca abbastanza lunga; la notizia positiva è che invero per alloggiare a spese contenute la fatica sarà irrisoria. In tal caso è sufficiente digitare www.tripadvisor.it, impostare la città di interesse e le date di arrivo e partenza e questo motore di ricerca tra motori di ricerca darà al nostro nuovo Erodoto tutte le soluzioni migliori possibili sul mercato, per alloggiare a partire da poche decine d’euro.

Per concludere, qualora si decidesse di prenotare il proprio viaggio in maniera più semplice e veloce, i siti presenti sul mercato che fanno il lavoro sopra descritto sono diversi, da www.lastminute.it, a www.expedia.it, a www.tui.it; di tempo in questo caso se ne risparmierebbe non poco, tuttavia il costo lieviterebbe talora anche di molto. E poi, non si potrebbe ambire ad esser definiti VIAGGIATORI, ma solo TURISTI.

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento