Archivio di Approfondimenti

Finmeccanica: iniziato il tiro al bersaglio di magistratura e stampa

L’operazione di tiro al bersaglio ai danni di Finmeccanica e del Presidente Guarguaglini, avviata in questi giorni grazie alle solite fughe di notizie dalle procure e dalla stampa forcaiola, è l’ultimo grande segnale ed evidente dimostrazione di come soggetti esterni all’Italia stiano cercando di destabilizzare, a poco a poco, la nostra nazione.
Non si capisce, infatti, come, per l’ennesima volta, ci siano state delle fughe di notizie da parte di alcune procure, sulle quali prontamente si è lanciato il quotidiano, sempre attento e sempre pronto a spararle grosse, diretto dal duo Mauro – Scalfari.
Ciò premesso, lungi da me qualsiasi valutazione assolutoria su quello che è stato rilevato in questi giorni, ci si deve render conto del danno economico, di prestigio e di immagine che sta subendo uno dei colossi mondali del sistema difesa.
Non dimentichiamoci che il gruppo Finmeccanica ha raggiunto dei risultati storici ed impensabili in alcuni settori altamente specializzati della homeland security americana, tra cui l’acquisto di Drs Technologies.
Certi risultati sono stati possibili anche grazie alla fiducia che i partner americani hanno riconosciuto alla professionalità del gruppo industriale italiano e all’impegno e alla coerenza del Governo italiano in politica estera.
Non si era mai verificato che un’azienda strategica, strettamente connessa al Pentagono, potesse finire non dico in mani europee, ma addirittura italiane.
È evidente, quindi, che, al di là della solidità del gruppo italiano, i riflessi di una coerente e leale politica estera abbiano favorito la crescita e i rapporti internazionali del gruppo guidato da Guarguaglini.
Certamente tali risultati sarebbero stati ben più difficili da raggiungere qualche anno fa, quando alla guida del Ministero degli Esteri vi era un noto esponente politico italiano che passeggiava per le vie di Beirut con alcuni politici di Hezbollah.
Mi auguro quindi di non dover assistere nei prossimi giorni ad un’altra vergognosa e becera pagina di storia patria, scritta da una cattiva magistratura influenzata, nessuno mi tacci di dietrologia, da realtà esterne ben più pericolose per l’interesse nazionale di presunti fondi neri.

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento