Archivio di Sport

“Scudetto? Ci speriamo tutti”

“Il segreto del Napoli? Credo sia l’unita’ di intenti”. Walter Mazzarri, a Radio Monte Carlo, parla del momento magico della sua squadra. “Dobbiamo fare una corsa su noi stessi, dobbiamo sempre essere al 100% per poter pensare di continuare fino alla fine a tenere un passo del genere – considera il tecnico – le altre, anche quando non sono al 100%, possono sempre fare risultati. De Laurentis spera nello scudetto? Ci speriamo tutti”
“Vedremo alla fine – ha continuato Mazzarri – nessuno ci ha mai detto che dobbiamo arrivare a un certo posto e abbiamo anche questo vantaggio a livello psicologico. Ci speriamo tutti, insomma, ma non facciamo programmi a lungo termine: noi ci concentriamo sulla partita successiva affrontandola come se fosse la finalissima e, quindi, alla fine tireremo le somme. Il nostro percorso è diverso da tutti gli altri. Per supplire a valori tecnici importanti che hanno le tre o quattro squadre di vertice, noi dobbiamo fare una corsa su noi stessi per il rendimento”.
Quello che è certo già ora, è che il Napoli è arrivato a giocarsi il tricolore attraverso il gioco, attraverso un chiara, intelleggibile identità di squadra:
“Il gruppo si allena con me da un anno e qualche mese – spiega Mazzarri – e certi meccanismi adesso sono oleati, al di la’ che poi ne trae beneficio totale Cavani, ma e’ il gioco di squadra che porta questo grande giocatore e fare tutte queste reti. Non ci sono grandi segreti”.
Una considerazione personale (“Come vivo questo momento a Napoli? Si vive blindati perche’ altrimenti non ci rimangono piu’ energie per concentrarci sul nostro lavoro”) e, infine, la consapevolezza di sapere qual è il grande ostacolo tra il Napoli e il sogno: “L’unica squadra che non siamo riusciti quest’anno a battere o comunque a ‘mettere a posto’ e’ stato il Milan. Sono il Milan e l’Inter le piu’ forti; a livello di valori e di blasone sono quelle che danno piu’ filo da torcere dal punto di vista del gioco, al di la’ del risultato”

 

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento