Giustizia Quotidiana

Giustizia, MI: “No a rafforzamento ruolo avvocati nei Consigli Giudiziari”

magistrati
Scritto da Super User

magistrati“Magistratura Indipendente prende atto delle reiterate dichiarazioni del Ministro della Giustizia e delle richieste provenienti dal mondo dell’avvocatura dirette a rafforzare il ruolo degli avvocati nei Consigli Giudiziari, con particolare riferimento alle valutazioni di professionalità dei magistrati e manifesta netta contrarietà”. E’ quanto si legge in una nota di Magistratura Indipendente. “Non è inutile evidenziare che tale posizione di netta contrarietà era stata già manifestata più volte in passato da Magistratura Indipendente ma repetita iuvant”.

“Si tratta di interventi che mettono in grave pericolo l’autonomia e l’indipendenza della magistratura e dei singoli magistrati”, prosegue la nota del gruppo di magistrati guidato da Antonello Racanelli e Giovanna Napoletano.

“Per questo motivo Magistratura Indipendente chiede all’Anm di vigilare con attenzione al fine di evitare, come già successo nel recente passato, improvvisi ed urgenti interventi legislativi e di essere pronta ad iniziative di protesta”.

“Auspica – inoltre – un franco dibattito su tali questioni all’interno della magistratura e del Comitato direttivo centrale affinché siano chiare le posizioni dei vari gruppi associativi: la diversità di opinioni sul punto potrà e dovrà essere risolta rispettando la volontà della maggioranza della magistratura, al fine di salvaguardare l’unità associativa, unità che appare necessaria nell’attuale momento storico”.

“Magistratura Indipendente prende atto delle reiterate dichiarazioni del Ministro della Giustizia e delle richieste provenienti dal mondo dell’avvocatura dirette a rafforzare il ruolo degli avvocati nei Consigli Giudiziari, con particolare riferimento alle valutazioni di professionalità dei magistrati e manifesta netta contrarietà”. E’ quanto si legge in una nota di Magistratura Indipendente. 

“Non è inutile evidenziare che tale posizione di netta contrarietà era stata già manifestata più volte in passato da Magistratura Indipendente ma repetita iuvant”. 

 

“Si tratta di interventi che mettono in grave pericolo l’autonomia e l’indipendenza della magistratura e dei singoli magistrati”, prosegue la nota del gruppo di magistrati guidato da Antonello Racanelli e Giovanna Napoletano.  

 

“Per questo motivo Magistratura Indipendente chiede all’Anm di vigilare con attenzione al fine di evitare, come già successo nel recente passato, improvvisi ed urgenti interventi legislativi e di essere pronta ad iniziative di protesta”. 

 

“Auspica – inoltre – un franco dibattito su tali questioni all’interno della magistratura e del Comitato direttivo centrale affinché siano chiare le posizioni dei vari gruppi associativi: la diversità di opinioni sul punto potrà e dovrà essere risolta rispettando la volontà della maggioranza della magistratura, al fine di salvaguardare l’unità associativa, unità che appare necessaria nell’attuale momento storico”.

Riguardo l'autore

Super User

Scrivi un commento