Il presidente della commissione Sanità, Pierpaolo Sileri, in merito all'emendamento presentato da Lega e M5s al ddl vaccini che attualmente prevede la cancellazione dell'obbligo di certificazione vaccinale ha affermato: «Stiamo lavorando a una eventuale modifica dell'emendamento al ddl vaccini, mantenendo l'obbligatorietà della certificazione vaccinale per la frequenza scolastica solo per il morbillo»
 

L'emendamento 7.0.1 introduce l'articolo 7-bis, abrogando il caposaldo della legge Lorenzin oggi in vigore. Prevede, infatti, "la presentazione della documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni non costituirà più requisito di accesso al servizio, alla scuola, al centro" di formazione professionale. Inoltre, "la mancata presentazione non potrà determinare la decadenza dall'iscrizione o dalla partecipazione agli esami".


Sileri ha ribadito che il punto di incontro riguarda in particolare il morbillo, per il quale c'è l'ipotesi di mantenere l'obbligo della certificazione vaccinale a scuola. Tuttavia si tratta solamente di un'ipotesi. Quando ai tempi dell'iter del provvedimento ha concluso:« se potremo lavorare interamente la prossima settimana e quella successiva, spero che per fine aprile i lavori sul ddl vaccini siano conclusi, almeno in commissione Sanità al Senato»



Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ospite di SkyTg24 ha detto: «I vaccini sono importantissimi e vanno fatti. Invito i genitori a non confondersi e a seguire le indicazioni del proprio medico su quali fare in base al calendario. La legge è in discussione e ci vogliono mesi prima che cambi l'assetto attuale, che quindi rimane totalmente confermato. Poi ovviamente questa maggioranza di Governo ha delle idee diverse rispetto a quella precedente sulle politiche sanitarie, quindi legittimamente ne discute»

 

Ha poi aggiunto: «Quello che è importante fare è informarsi perché sul web girano tante sciocchezze a volte anche terrificanti per chi le vede. Chi ha dubbi si deve rivolgere al proprio medico, noi abbiamo anche il numero verde 1500 del ministero della Salute per rispondere a tutte le domande specifiche. I vaccini sono sicuri e sono importanti, possono salvare la vita. Purtroppo, ha sottolineato il ministro, i dati ci dicono che ancora oggi ci sono bimbi che muovono per la pertosse e per il morbillo»