Today

Pnrr, 20 mln di euro per recupero ex Manifattura Tabacchi a Bari

Scritto da vocealta

Da un immobile in condizioni di degrado ad un nuovo centro di ricerca, con 180 laboratori di sperimentazione. È stato approvato il progetto di valorizzazione dell’ex Manifattura Tabacchi a Bari. Lo rende noto Invimit Sgr, società partecipata al 100% dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il progetto riceverà un contributo di 20 milioni di euro di fondi del Piano nazionale per gli investimenti complementari (Pnc), finalizzato ad integrare, gli interventi del Pnrr e prevede la realizzazione della nuova sede dell’area di ricerca del Cnr di Bari, denominata ‘Aris’ (Area della ricerca per l’innovazione e lo sviluppo), in una porzione del complesso immobiliare della ex Manifattura Tabacchi nel quartiere Libertà.

Ci sarà, si legge nella nota, “il recupero di ampia parte del compendio produttivo in disuso e l’insediamento nell’immobile di tutti i dipartimenti di ricerca del consiglio nazionale delle ricerche, unitamente ad interventi sulle aree aperte di sosta e ristorazione con implementazione di moduli fotovoltaici”. L’intero isolato diventerà un polo multifunzionale di ricerca e di attrazione internazionale, attivo 24 ore su 24, in cui “conviveranno ricerca, innovazione, commercio, spazi pubblici e di comunita'”.

Sarà possibile ospitare laboratori di sperimentazione con 850 ricercatori, ed anche “centri di elaborazione dati e serre per sperimentazioni nel settore delle scienze agrarie”.

“È un grande riconoscimento – ha dichiarato Nuccio Altieri, presidente di Invimit Sgr – per la determinazione e il lavoro di squadra con il quale stiamo portando avanti questo straordinario progetto di realizzazione di uno dei piu’ importanti e moderni centri di ricerca del Paese”.

“Un immobile chiuso – ha aggiunto – porta degrado mentre la sua riapertura porta, invece, lavoro, sicurezza e ricchezza. Questo faremo in tempi brevi a Bari”.

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento