Politics Today

Meloni e Tebboune: incontro ad Algeri per un accordo bilaterale

Scritto da vocealta

Oggi 23 gennaio Giorgia Meloni, la presidente del Consiglio, ha incontrato il presidente della Repubblica algerina democratica e popolare, Abdelmadjid Tebboune presso il palazzo presidenziale El Mouradia.

Si tratta del secondo giorno del viaggio strategico della premier con l’obiettivo di consolidare i rapporti con il Paese che, attualmente, è il principale fornitore di gas, avendo soppiantato la leadership russa nel 2022.

Ieri nella prima giornata la Meloni ha deposto una corona di fiori al monumento del Martire, visitato la nave della Marina Militale italiana ‘Carabiniere’ e cenato con il primo ministro della Repubblica algerina, Aimen Benabderrahmane.

L’idea della premier è di mettere a terra il ‘Piano Mattei per l’Africa’ in maniera che l’Italia diventi l’hub Mediterraneo per la fornitura di energia agli altri partner europei, in particolare a Germania, Austria e Ungheria. Anche perché, proprio nel Mediterraneo, «viaggia la stragrande maggioranza dei nostri interessi nazionali. Questo per noi è un territorio cruciale», sintetizza la premier parlando a bordo della nave Carabiniere della Marina militare ormeggiata ad Algeri.

Insieme a Meloni c’è Claudio Descalzi, l’amministratore delegato di Eni che oggi firmerà due accordi con Sonatrach, uno sulle forniture e l’altro sulla transizione verde. Accordi che rafforzeranno quelli già siglati lo scorso anno e che hanno portato l’Italia a smarcarsi dal gas russo e fare dell’Algeria il primo fornitore. Ma durante l’incontro con il presidente algerino Tebboune saranno siglati anche accordi sull’automotive, sullo spazio (tra Asi e l’Agenzia spaziale algerina Asel) e l’industria.

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento