Today

Manifestazioni in diverse parti del mondo contro Amazon in occasione del Black Friday

Scritto da vocealta

In occasione del venerdì che ormai da tempo segna l’inizio del periodo delle spese natalizie, quello del Black Friday, ci sono stati scioperi e manifestazioni contro Amazon, la più grande azienda nel settore delle vendite al dettaglio al mondo. Purtroppo, la stessa, è anche nota per le condizioni di precarietà dei lavoratori.

“Make Amazon Play”, campagna internazionale coordinata da una coalizione di sindacati a livello internazionale, aveva annunciato diverse manifestazioni che sarebbero nate tra Stati Uniti, Giappone, Australia, Sud Africa e tutta l’Europa.

La protesta più grande è quella di Saint Louis, negli Stati Uniti: un gruppo di attivisti ha marciato fuori la casa di Jeff Bezos, fondatore di Amazon.

Anche nel Regno Unito ci sono state proteste per chiedere un aumento dei salari, Amazon ha cercato di convincere i lavoratori a non scioperare offrendo un bonus di 500 sterline a chiunque non facesse assenze tra il 22 novembre e il 24 dicembre.

Riguardo l'autore

vocealta

1 Comment

Scrivi un commento