A turbare i sonni della sindaca Raggi arriva la notizia della chiusura da parte della Procura capitolina dell'inchiesta che la vede coinvolta per il caso delle nomine di Salvatore Romeo e Renato Marra al comune di Roma. Si attende per settembre, infatti, il rinvio a giudizio per falso e abuso d’ufficio della prima cittadina della Capitale.

«Ritengo di aver agito in buona fede e spiegherò le mie ragioni ai magistrati». Questo il commento della sindaca che ha aggiunto: «Ho sentito Beppe, mi ha incitato ad andare avanti e continueremo a lavorare».