Politics

Unioni civili, governo vuole modifiche ma Cirinnà si oppone

unioni-civili
Scritto da Super User

unioni-civiliNon c’e’ equiparazione con il matrimonio Roma, 18 gen. (AdnKronos) – “Non c’è alcuna equiparazione con il matrimonio e non c’è niente da cambiare nel testo”. Monica Cirinnà, senatrice Pd, ripete in un’intervista alla “Repubblica” che il testo sulle unioni civili è equilibrato, non ha aspetti incostituzionali e quindi non verrà modificato. “I centristi dell’Ncd – osserva Cirinnà – chiedono maggiori differenze tra unioni civili e matrimonio. Questo però non è un punto che sia stato sollevato nel gruppo dem al Senato, dove l’unica divisione resta sull’articolo 5”, sull’adozione di bambini.

Secondo Cirinnà non vi è nessuna sovrapposizione con le norme sul matrimonio. “No. Per specificare il fatto che persino i riti sono diversi, per l’unione civile sono escluse tutte quelle pratiche di natura simbolica che esistono per il matrimonio. Quindi per le coppie omosessuali non ci sono le pubblicazioni, si va in municipio con i testimoni. Per il rito matrimoniale il sindaco deve leggere gli articoli del codice civile sul matrimonio. Mentre nell’unione civile – conclude Cirinnà – il sindaco si riferirà esclusivamente alle norme contenute nella legge. Sull’uso del cognome: nell’unione civile è una opzione”.

Riguardo l'autore

Super User

Scrivi un commento