Ambiente

La “green consciusness” nelle università: un fenomeno in crescita

Written by administrator

Secondo un sondaggio condotto da Sodexo in Italia, Cina, Stati Uniti, Spagna, Regno Unito e India emerge che il 73% degli universitari italiani ritengono fondamentale l’utilizzo di energia rinnovabile nell’università d’appartenenza. Una percentuale importante, se confrontata con quella dei colleghi americani (65%), inglesi (68%) e spagnoli (69%). Gli studenti cinesi e indiani, risultano avanzanti rispetto al tema della green consciousness con delle percentuali che toccano l’81% e l’82%.

Per quanto riguarda la sostenibilità alimentare, il 71% degli universitari italiani vorrebbe che il proprio ateneo riducesse gli sprechi alimentari. Studenti inglesi, spagnoli e americani toccano rispettivamente il 60% e il 61%. I più green anche in questo caso restano indiani(87%) e cinesi (82%). «I risultati di questa ricerca non mi stupiscono e rafforzano quanto stiamo facendo all'interno dell'Università», spiega Giacomo Magatti, Sustainability Manager dell'Università di Milano-Bicocca presso il Dipartimento Scienze Ambiente e Territorio. «Come Gruppo per la Sostenibilità di Ateneo Base (Bicocca Ambiente Società Economia) – prosegue Magatti – riceviamo dagli studenti numerose proposte per rendere l'Ambiente universitario e i servizi offerti meno impattanti. Il tema energia è per noi prioritario: efficienza, riduzione dei consumi e fonti rinnovabili devono essere al centro della nostra agenda, così come molti altri temi quali la gestione dei rifiuti, la mobilità, il Green Public Procurement». Secondo Magatti inoltre, un altro elemento significativo in cui sta avvenendo un veloce cambiamento «è l'acqua: su spinta degli studenti sono stati installati erogatori di acqua di rete e sono in distribuzione borracce d'acciaio per ridurre l'utilizzo di plastica».

About the author

administrator

Leave a Comment