Ambiente

I sei vincitori del Goldman Environmental Prize

Scritto da vocealta

Il Goldman Environmental Prize, noto anche come il “premio Nobel per l’ambiente”, premia le persone che compiono azioni straordinarie per proteggere il pianeta. Quest’anno, sei vincitori sono stati premiati per i loro sforzi eccezionali.

Zafer Kizilkaya, dalla Turchia, si è guadagnato il premio per aver salvato il Mar Egeo dalle reti da pesca abbandonate e dalle specie aliene invasive. Grazie alla sua collaborazione con i pescatori locali, ha istituito la prima area marina protetta gestita dalla comunità nella baia di Gökova, e ha lavorato duramente per espandere la rete di aree marine protette nella costa turca.

Alessandra Korap Munduruku, dal Brasile, è stata premiata per la sua difesa della foresta amazzonica e del territorio indigeno Sawré Muybu. Ha combattuto contro le miniere che hanno distrutto migliaia di chilometri quadrati di foreste e contro le società minerarie che hanno tentato di ottenere concessioni nel territorio indigeno. Grazie alle sue attività di raccolta fondi, attivismo e monitoraggio del territorio, ha convinto l’azienda mineraria Anglo American a ritirare le richieste di concessione nelle terre indigene.

Chilekwa Mumba, dallo Zambia, ha istituito una campagna contro le miniere di rame che stavano inquinando le acque e i terreni circostanti. Ha lavorato per educare le comunità locali sui rischi dell’estrazione mineraria e ha collaborato con le organizzazioni internazionali per denunciare le pratiche dannose delle miniere.

Tero Mustonen, dalla Finlandia, si è impegnato nel preservare la cultura e la biodiversità delle foreste boreali. Ha lavorato con le comunità locali per sviluppare pratiche sostenibili di gestione delle foreste e ha fatto pressione sui governi per proteggere questi preziosi ecosistemi.

Delima Silalahi, dall’Indonesia, è stata premiata per la sua campagna contro le centrali idroelettriche che stavano danneggiando le foreste e le acque dolci dell’isola di Sumatra. Ha lavorato per educare le comunità locali sui rischi delle centrali idroelettriche e ha collaborato con le organizzazioni internazionali per denunciare i danni ambientali.

Diane Wilson, dagli Stati Uniti, ha denunciatol’inquinamento industriale nella sua città natale, Seadrift, in Texas. Ha lottato contro le grandi aziende petrolifere che stavano inquinando l’aria e l’acqua, e ha lavorato per educare la comunità sulle conseguenze dell’inquinamento.

Questi sei vincitori del Goldman Environmental Prize hanno dimostrato un impegno straordinario per la salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità, dimostrando che ogni singolo individuo può fare la differenza nella lotta per la protezione del nostro pianeta.

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento