Economia Politics Today

Assegno di inclusione. A gennaio i primi accrediti

Scritto da vocealta

Da fine gennaio, precisamente il 26, l’Inps farà i primi accrediti relativamente alle domande dell’Assegno di Inclusione presentate dal 18 dicembre al 7 gennaio. L’ha comunicato l’Inps che contestualmente attiverà una campagna di informazione.

Per poter accedere al beneficio è necessario presentare una domanda di ADI, effettuare l’iscrizione al Sistema Informativo di Inclusione Sociale e Lavorativa e sottoscrivere il Patto di Attivazione Digitale del nucleo familiare. Qualora la sottoscrizione al Pad non avvenisse nei tempi richiesti, il riconoscimento del beneficio decorrerà dal mese successivo a quello di sottoscrizione del Pad. 

Tale misura nasce in seguito alla decisione di eliminare definitivamente il reddito di cittadinanza, cosa che avverrà nel 2024. Le domande oltre che sul sito, possono essere inviate attraverso i Caf da lunedì 8 gennaio. Inoltre il ministero del Lavoro ha pubblicato una guida per rendere più agevole il processo di accesso all’assegno.  In particolare l’assegno è riconosciuto ai nuclei familiari che abbiano un componente disabile, minorenne, con almeno 60 anni di età, con condizioni di disagio bio-psico-sociale e inserite in un programma di assistenza dei servizio socio-sanitari territoriali.

Inoltre è previsto che la famiglia debba avere un Isee non superiore a 9.360 euro oppure un valore del reddito familiare inferiore ad una soglia di 6.000 euro annui. Per quanto riguarda il patrimonio immobiliare il valore non dovrà essere superiore ai 30.000 euro, mentre il patrimonio mobiliare non dovrà essere superiore ai 6.000 euro.

 

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento