Bill Cosby, attore e comico americano, è stato condannato per violenze sessuali aggravate. La sentenza per la star de “I Robinson” arriva dopo un primo processo già annullato per l’impossibilità, dichiarata dalla giuria, di giungere a un verdetto. Il procedimento è stato poi riaperto e in tre settimane è giunta la pronuncia. L’attore ormai 80enne rischia adesso una condanna a 10 anni di carcere e 25mila dollari di multa per ogni capo d’accusa, con la possibilità quindi che la detenzione arrivi fino a 30 anni

I capi d’accusa sono infatti tre, tutti per molestie sessuali aggravate, e sono stati vagliati da un tribunale della contea di Montgomery, in Pennsylvania. Una delle vittime sarebbe Andrea Constand, una ex cestista oggi 45enne. L’episodio risale al 2004 quando, secondo la donna, Cosby la violentò dopo averla costretta ad assumere delle droghe. Constand non è stata l’unica a testimoniare contro l'attore. Anche la modella Janice Dickinson ha infatti accusato il comico di averla violentata a Lake Tahoe nel 1982. Oltre a lei quattro persone sono state sentite dalla giuria mentre raccontavano degli abusi subiti da Cosby. 

Per l’attore il processo non si ferma nell’aula del tribunale, ma prosegue nelle aule virtuali dell’opinione pubblica. La sua immagine è infatti ormai inscindibile da quella di decine di donne che lo hanno accusato di averle violentate, con la promessa del successo e il denaro che ha comprato il loro silenzio