In Venezuela la situazione è sempre più critica. Negli ultimi giorni, oltre all'incarcerazione di due leader dell'opposizione, sono già tre i sindaci oppositori di diverse città venezuelane che il Tribunale Supremo di Giustizia, allineato sulle posizioni del governo di Nicolas Maduro, ordinando il loro arresto e imponendo loro una pena di 15 mesi di carcere.
I sindaci coinvolti sono Carlos Garcia, sindaco di Libertador, nello stato di Merida, Gustavo Marcano, sindaco di Urbaneja, nello stato di Anzoategui e Alfredo Ramos, sindaco di Iribarren, nello stato di Lara. La Corta Suprema ha avviato la medesima procedura nei confronti di altri otto sindaci. I sindaci oppositori, a loro volta, non accettano le azioni dell'Alta Corte, considerata illegittima e composta da magistrati designati illegalmente.