Salute

Un esame delle urine sostituirà il pap test e l’Hpv test?

Scritto da administrator

Una ricerca britannica ha dimostrato che basta un test delle urine per identificare i virus dell'Hpv. Se confermato da nuovi studi potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione

 

Il risultato di uno studio dell’Università di Manchester, in Gran Bretagna dice che un semplice test delle urine potrebbe rimpiazzare la necessità per le donne di sottoporsi al pap test, esame che potrebbe essere fatto in casa e poi portato in laboratorio per le analisi. Secondo i ricercatori così potrebbero aumentare i tassi di partecipazione delle donne agli screening per la salute dei loro genitali.

 

Per molte donne infatti è imbarazzante sottoporsi al pap test, sono diverse le persone che non vanno a fare il pap test ogni anno, mentre l’esame delle urine è il più facile in assoluto, insieme a quello della saliva.

 

Per raggiungere i loro risultati i ricercatori hanno analizzato i dati di 104 donne, che erano pazienti del St Mary’s Hospital di Manchester per un sospetto tumore alla cervice dell’utero. Le donne hanno fatto sia il test delle urine, sia un pap test.

 

L’esame del Dna ha rivelato che circa i due terzi delle donne erano infettate da un tipo ad alto rischio di Papilloma Virus Umano. Un terzo di loro era stato colpito dai ceppi 16 e 18 che sono quelli che alzano notevolmente il rischio di tumore alla cervice dell’utero.

 

I risultati hanno dimostrato che sia il test delle urine, sia il pap test avevano identificato l’infezione. Ora serve uno studio con un campione maggiore di donne.

 

Emma Crosbie, primo autore della ricerca ha affermato:«Questi risultati forniscono la prova che il test delle urine può identificare le cellule pre-cancerogene. Questo semplifica di gran lunga la diagnosi. Non solo è un esame semplicissimo, ma non richiede neanche un appuntamento o la presenza di un medico».

 

In Italia ogni anno ci sono circa 2.300 nuovi casi prevalentemente in forma iniziale, mentre una donna su 10.000 riceve una diagnosi di tumore della cervice in forma avanzata. Quando il tumore viene diagnosticato in fase avanzata la mortalità è elevata. In Italia ci sono ogni anno circa 430 donne che muoiono di carcinoma della cervice. La malattia diagnosticata precocemente è al contrario altamente curabile.

Riguardo l'autore

administrator

Scrivi un commento