Today

Ue, ex governatore Antonio Fazio: 3 proposte per rilanciare euro

FOTO837
Scritto da Super User

FOTO837“Dal 2005 al 2014, l’Italia ha registrato un calo del Pil del 5,5%, mentre il resto d’Europa è cresciuto del 7,8%. Il nostro Paese può continuare a credere nell’euro solo se si verificheranno tre condizioni. Primo: occorre porre fine alla politica neo-mercantilista della Germania, che come è noto ha un surplus commerciale di circa 300 miliardi di euro, risorse che potrebbero essere usate per far ripartire investimenti e consumi interni. Secondo: occorre dare priorità agli investimenti attraverso la leva della Banca europea per gli investimenti (Bei), che dovrebbe emettere obbligazioni sottoscritte dagli Stati. Terzo: è prioritario rilanciare la competitività del sistema produttivo italiano, avviando una seria riforma del mercato del lavoro, perché in Italia il costo per unità di prodotto è il doppio di quello che si trovano ad affrontare nazioni sviluppate come Francia e Germania”. E’ quanto ha spiegato l’ex governatore della Banca d’Italia, Antonio Fazio, durante la lectio magistralis tenutasi ieri presso la facoltà di economia dell’Università di Genova, ospite del professor Giovanni Battista Pittaluga. Alla lezione, durata circa un’ora e mezza, hanno assistito oltre 600 studenti

Tra gli organizzatori dell’iniziativa il senatore Luigi Grillo.

Riguardo l'autore

Super User

Scrivi un commento