Today

Strage in California: il killer è un 19enne ‘suprematista’

Scritto da administrator

Il killer del Gilroy Garlic Festival, che ha aperto il fuoco contro la folla accorsa per partecipare a un festival della gastronomia provocando, secondo l'ultimo bilancio delle autorità locali, la morte di tre persone, tra cui un bambino di sei anni, e il ferimento di altre 15,  è stato identificato nel 19enne Santino William Legan. Lo riportano i media americani, secondo i quali Legan ha origini italiane e iraniane. Secondo quanto riportato dai media americani avrebbe condiviso in passato posizioni suprematiste su un post pubblicato sul suo account.

La pagina Instagram di Legan ha solo tre post, di cui che risale a poco prima della sparatoria. C'è poi il riferimento a un libro di un suprematista bianco del 1890. 'Might is Right' scritto con lo pseudonimo di Ragnare Fedberad. Il libro include principi misogini e razzisti, dichiarando al superiorità della razza anglosassone. Secondo indiscrezioni, il nonno del killer, Tom Legan, ha frequentato la prestigiosa accademia militare di West Point ed è stato accusato e poi assolto dalle accuse di molestie sessuali nei confronti della figlia.

Intanto la CNN riporta che «Diverse auto della polizia sono state avvistate davanti alla casa del padre di Santino William Legan», il 19enne di discenza italo-iraniana identificato dai media americani come il killer dell'attacco al food festival di Gilroy, in California.

E il presidente Usa Donald Trump ha ringraziato «i coraggiosi membri» delle forze dell'ordine, che sono intervenuti per neutralizzare il 19enne che ha aperto il fuoco, ieri, al festival gastronomico di Gilroy in California. Parlando dalla Casa Bianca, come riporta la Cnn, Trump ha definito il killer, identificato come Santino William Legan, «un perfido assassino», che «ha aperto il fuoco e ucciso tre cittadini innocenti, tra cui un bambino piccolo». Pregando per le vittime, il presidente ha poi confermato «la volontà nazionale di rispondere alla violenza con il coraggio, la determinazione e la risolutezza di un'unica famiglia americana». «Continueremo a lavorare insieme come comunità e cittadini», ha continuato, «per fermare il male, prevenire la violenza e proteggere la sicurezza di tutti gli americani».

Riguardo l'autore

administrator

Scrivi un commento