Today

Scuola, nuove regole per la quarantena dei positivi

Scritto da vocealta

Da oggi, lunedì 8 novembre, entrano in vigore nelle scuole le nuove linee guida per la gestione dei casi positivi da Covid-19.

Il protocollo, inoltrato dal ministero dell’Istruzione, prevede nuove indicazioni sulla quarantena per ridurre il più possibile la didattica a distanza. Nello specifico, con un solo caso positivo tutti i compagni dovranno effettuare un test rapido, in presenza di due positivi solo i non vaccinati dovranno andare in quarantena mentre, con tre o più positivi, tutta la classe tornerà in Dad.

Alcuni dubbi, però, sono stati sollevati dai Dirigenti Scolastici. Andrea Giannelli, Presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, ritiene che la sospensione “in via eccezionale e urgente” delle lezioni, nel caso in cui le autorità sanitarie non riescano ad intervenire subito, sia tra gli «adempimenti che non rientrano nelle prerogative dei dirigenti scolastici e il ministero non può limitarsi a fornire indicazioni e continuare a non avere consapevolezza della gravità della situazione». «I dirigenti scolastici – prosegue Giannelli – continuano a garantire l'esercizio del diritto allo studio nonostante dispongano di risorse umane inadeguate nel numero e, spesso, nella preparazione professionale».

Il rischio che uno studente possa perdere dei giorni di scuola è ancora presente. Le Regioni, infatti, si trovano in difficoltà a garantire velocemente i tamponi, vista la domanda elevata a seguito dell’obbligo di Green Pass sui posti di lavoro. Inoltre, non è sufficiente che lo studente risulti negativo per tornare a scuola, ma è necessario che il Dipartimento di Prevenzione accerti la situazione dell’intera classe.

Infine, un caso diverso riguarda i servizi all’infanzia: gli alunni più piccoli, in caso di positività, dovranno effettuare un primo test immediato, una quarantena di dieci giorni e un successivo tampone. I loro insegnanti, invece, saranno valutati dalle autorità sanitarie sulla base di alcuni criteri specifici come il tempo di permanenza nell’aula o il contatto diretto con il positivo.

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento