Ambiente Today

Palazzi zero emissioni: Anea al fianco dei Comuni della Provincia di Napoli

Scritto da vocealta

Anea accompagna i Comuni della Provincia di Napoli nel viaggio verso EnergyMed 2023, previsto dal 30 marzo fino al primo aprile, per trasformare i propri edifici da grandi consumatori a “Nearly Zeb (Zero emission building)” cioè a consumi quasi zero.

Si tratta di un progetto globale, spinto fortemente dalla Ue, il cui obiettivo è quello di andare verso edifici con zero consumi e costi. Sono due le componenti principali di un edificio: minimizzare le dispersioni o i guadagni di calore indesiderati attraverso la realizzazione di un involucro altamente isolante, ma anche produrre autonomamente energia con la fonte solare abbinata ad impianti innovativi per la climatizzazione, l’illuminazione, la produzione di acqua calda ed altri consumi.

Anea accompagna i Comuni della Provincia di Napoli nell’utilizzo di fondi per il risparmio di energia, dai 29 palazzi di Pozzuoli agli edifici pubblici di Mugnano, Sant’Anastasia e Calvizzano. «Delle soluzioni per contrastare il caro energia se ne parlerà ad EnergyMed 2023 – dice il nuovo Presidente di Anea Gianfranco Cacace – avendo come target, non solo i Comuni, ma anche le imprese, i condomini e le famiglie».

Il primo risultato del ruolo di promotore della transizione energetica di Anea si è visto a Mugnano, dove è stato trasformato un edificio pubblico da “sprecone” a Nearly Zeb: 500.000 euro messi a disposizione dal Gse, il gestore dei servizi energetici del Ministero dell’economia e delle finanze.

Inoltre, è prevista una collaborazione con il Comune di Pozzuoli, per il quale Anea si è messa al lavoro su diverse fonti finanziare per raggiungere la cifra di 22 milioni di euro che servono per ristrutturare 29 edifici costruiti a Monteruscello nel lontano 1980, per famiglie trasferitesi li dopo il forte fenomeno di bradisismo e che presto saranno trasformati in Nearly Zeb. Una sfida di grande impegno del Comune di Pozzuoli che ha raggiunto la cifra necessaria e, all’inizio del 2023, aprirà i bandi per i lavori.

 

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento