Giustizia Quotidiana

Ordine avvocati Palermo: premio e cittadinanza onoraria a Fadhel Mahfoudh

Avvocati
Scritto da Super User

Avvocati

Il premio Nobel per la Pace al Politema per la manifestazione ‘Un ramoscello di ulivo per la pace’ Una scultura che rappresenta un ramoscello di ulivo. E’ il premio conferito oggi a Batonnier Mohamed Fadhel Mahfoudh, premio Nobel per la Pace e presidente dell’Ordine degli avvocati tunisini, dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Palermo, in occasione della manifestazione ‘Un ramoscello di Ulivo per la Pace’ organizzata al Teatro Politeama. Presenti il ministro dell’Interno Angelino Alfano, il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, le più alte cariche dell’avvocatura e i vertici degli uffici giudiziari di Palermo. A Fadhel Mahfoudh, stata donata una scultura realizzata dal Maestro Totò Rizzuti ed è stata conferita dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando la cittadinanza onoraria della città. “Sono felice per questo conferimento che va considerato come il coronamento di tutto un operato che riguarda la società civile, non solo quella tunisina ma quella dell’avvocatura di tutto il mondo – ha detto il premio Nobel per la Pace – Siamo popoli amici, siamo tutti fratelli, e dobbiamo lavorare insieme per costruire un mondo di diritti e di pace”. L’avvocatura tunisina, come ha ricordato Il presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Palermo Francesco Greco, ha svolto un ruolo fondamentale “a presidio della libertà e della democrazia” all’indomani dei moti rivoluzionari in Tunisia nel 2011. “L’opera svolta dall’Ordine nazionale degli avvocati della Tunisia – ha aggiunto – è stata fondamentale per riportare quel Paese nell’alveo del dialogo e instaurare i semi della democrazia”.
Un riconoscimento all’importante ruolo svolto dagli avvocati all’interno della società è arrivato anche dal presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone che, nel suo intervento dal palco, ha ricordato “tutti coloro che hanno fatto la storia dell’avvocatura palermitana e, in particolare, due grandi avvocati palermitani, Giuseppe Alessi, primo presidente della Regione e il presidente della Regione Pier Santi Mattarella”, ucciso dalla mafia il 6 gennaio 1980. “Fadhel Mahfoudh ha fatto un regalo al mondo dimostrando che da avvocato si può contribuire alla pace” ha aggiunto il ministro dell’Interno Angelino Alfano che ha anche ricordato gli attentati terroristici di Sousse e al museo del Bardo di Tunisi. Durante la cerimonia sono state conferite anche le medaglie d’oro agli avvocati che hanno raggiunto il traguardo di 50 anni di professione forense e targhe di riconoscimento ai principi del foro che hanno superato i 60 anni di professione. I 52 giovani avvocati iscritti all’albo nel 2016 hanno invece prestato il loro giuramento solenne dinanzi il consiglio dell’Ordine e la platea del Teatro Politeama.

Riguardo l'autore

Super User

Scrivi un commento