Plaisir de vivre

Lo Spezia Calcio risale la classifica grazie a gesti scaramantici, una peculiarità del nostro calcio di provincia

Scritto da administrator

Ha destato curiosità nel mondo del calcio il motivo della risalita dello Spezia Calcio nella classifica di Serie B. La squadra, inizialmente nelle ultime posizioni, è riuscita a recuperare punti e posizioni, pur con lo stesso allenatore, tanto da rilanciare le proprie speranze. Il segreto di questa rimonta sembrerebbe essere proprio la fortuna.

Da mesi infatti nello spogliatoio della squadra i magazzinieri hanno cominciato a versare manciate di sale grosso sulle maglie dei giocatori prima di ogni partita. Inoltre nello spogliatoio della squadra ligure è apparso un singolare elmetto, simbolo di lotta e volto a spronare la squadra a dare l’anima in campo.

Ad inizio campionato la squadra di mister Vincenzo Italiano in sette gare aveva raccolto a malapena 4 punti, mentre ora, da quando sono stati presi questi curiosi accorgimenti, la squadra ha ottenuto 15 punti in 8 gare, allontanandosi dalla zona calda e raggiungendo la tredicesima posizione, con 19 punti.

Nelle intenzioni della squadra e della società il curioso gesto scaramantico, che per combinazione si è accompagnato a risultati convincenti, doveva restare segreto. Una peculiarità che si accompagna ad altri simili miracoli sportivi, come nel caso del Pisa del “presidentissimo” Romeo Anconetani, che spargeva sale ad ogni partita e che rese grande la formazione neroblu in A, o di Costantino Rozzi, presidente dell’Ascoli, che indossava ad ogni partita vistose calze rosse in A e persino in Europa con la vittoria della Mitropa Cup, o ancora, qualche anno fa, a Crotone, dove la squadra, vicina alla retrocessione in C, si riprese, sino a raggiungere la Serie A.

Attualmente la classifica vede il Benevento primo con 34 punti seguito dal Pordenone, a parimerito col Cittadella a 25, con le prime due che occupano i posti per la promozione diretta in Serie A. Assieme ai veneti il Chievo Verona a 24, il Frosinone e il Perugia a 23, il Crotone e la Virtus Entella di Chiavari a 22 a chiudere la zona playoff. Inseguono dietro l’Ascoli, il Pescara e l’Empoli a 21 e il Pisa a 20. Come detto al tredicesimo posto lo Spezia assieme alla Salernitana (Salerno), davanti al Venezia (o Venezia-Mestre) a 18. In zona playout la Cremonese (Cremona) e il Cosenza, rispettivamente a 17 e 14 punti, davanti alle ultime tre, in zona retrocessione, Juve Stabia di Castellamare di Stabia a 14, Trapani a 13 e Livorno a 11.

Il Chievo Verona, il Frosinone e l’Empoli erano retrocessi dalla Serie A lo scorso anno, mentre dalla Serie C erano salite, rispettivamente prime nei tre gironi, l’Entella, il Pordenone e la Juve Stabia, con Pisa e Trapani promosse dopo i playoff, occasionalmente premiate entrambe per riempire un posto vacante nello scorso campionato. Per il Pordenone è il primo campionato in assoluto in cadetteria, coi “ramarri” neroverdi che sognano la doppia promozione in A, successo già raggiunto da mister Attilio Tesser col Novara nel 2011.

Riguardo l'autore

administrator

Scrivi un commento