Plaisir de vivre

Met Gala 2018 tra sacro e profano: “Sunday Best” è il tema di quest’anno

Scritto da administrator

Il Met gala è considerato, nel mondo della moda, l’evento dell’anno, paragonabile per sfarzo soltanto ai premi Oscar. La serata di beneficenza che inaugura la mostra annuale del Costume Institute del Metropolitan Museum di New York si è tenuta, come da tradizione, il primo lunedì di maggio.  Il tema di quest’anno ha preso spunto dagli abiti del Vaticano e della Chiesa, invitando i partecipanti a rispettare il consueto dress code. La Papessa Rihanna ha dominato il red carpet, con un abito firmato  Margiela. Anna Wintour, direttrice di Vogue dal 1988 e organizzatrice della kermesse, era accompagnata dalla figlia Bee Shaffer che quest’estate sposerà il figlio di Franca Sozzani, Francesco Carrozzini. L'arcivescovo di New York, cardinale Timothy Dolan, ha accettato l'invito: è anzi salito sul palco introducendo assieme a George Clooney una performance del Coro della Sistina. Un’altra sorpresa, questa volta canora, è stata Madonna. L’ex material girl è arrivata indossando un abito griffato Gaultier e, affiancata da un coro di 40 “monaci” e “monache” benedettine, ha intrattenuto i vip con i pezzi"Like a Prayer" e "Hallelujah". In mezzo alla mondanità sono spuntati Mitt e Ann Romney, nota coppia repubblicana per la Casa Bianca, e Huma Abedin, fedele assistente di Hillary Clinton. Nomi non scelti a caso dalla Wintour che ha l'ultima parola sugli invitati e che l'anno scorso ha ostracizzato Donald Trump dalla festa. Per gli oltre 550 ospiti, 30 mila dollari a ingresso, 275 mila a tavolo, il tema era "Sunday Best", l'abito che si indossa per andare in chiesa, e in passerella i vip si sono sbizzarriti. Jessica Parker in Dolce & Gabbana accessoriato da tiara vescovile con all'interno un intero presepio. Kim Kardashian è arrivata senza Kanye, in Versace seconda pelle di lamè, la stessa griffe per JLo e Blake Lively, il cui abito rosso cardinale ha richiesto 600 ore di ricami. Katy Perry ha indossato maestose ali da angelo, sorrette da un vestito corazza di maglia d'oro griffato Versace. Il red carpet si è  tinto di arcobaleno con Lena Waithe di “Master of None”: ha fatto suo ingresso con una cappa “rainbow”, omaggio al movimento per diritti dei gay, firmata Carolina Herrera.

Riguardo l'autore

administrator

Scrivi un commento