Plaisir de vivre

Divulgazione e conoscenza: Piero Angela interviene al Salone del libro di Torino

Scritto da administrator

Piero Angela tornerà a luglio con sette nuove puntate di SuperQuark dedicate ai temi più spinosi del momento, come la paura dei vaccini o il mito delle scie chimiche. Secondo il presentatore, intervistato da Paolo Mauri al salone del libro di Torino, "tutti noi abbiamo bisogno di divulgazione scientifica e formazione scientifica, altrimenti ci esponiamo a rischi. I vaccini è un caso. Basta poco per incendiare i discorsi. Cosa fate, i vaccini uccidono i vostri figli, dicono quelli contrari. Ma su che basi? Ci sono stati giornalisti perseguitati per queste cose".

Il padre di SuperQuark ha inoltre definito la divulgazione come un ausilio per gli esseri umani, indispensabile per aprire le porte della conoscenza. 

A proposito di conoscenza e divulgazione, Piero Angela ricorda i cinque processi giudiziari subiti, dopo aver attaccato le cure omeopatiche. “Ho detto solo che l'omeopatia non ha nessun effetto a parte quello del placebo. Un immunologo aggiunse che era come acqua fresca. Mi attaccarono perché non avevo rispettato la par condicio. Insomma, avrei dovuto dare spazio a chi sosteneva l'omeopatia. Io dissi al giudice che non dovevo farli parlare perché la scienza non è un talk show” chiarisce il presentatore-divulgatore.


Angela menziona anche il più recente caso Stamina "su cui la magistratura ha sbagliato, capisco che esistano concetti come la libertà di cura, ma è una questione di evidenza scientifica. Per questo la divulgazione scientifica, la scienza a scuola, non solo le materie scientifiche, sono necessarie".

 

Riguardo l'autore

administrator

Scrivi un commento