Ambiente Today

Di Maio, obiettivi sviluppo sostenibile devono adeguarsi a decisioni sia del pubblico che privato

Scritto da vocealta

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile sono entrati a far parte dei parametri fondamentali cui devono adeguarsi e ispirarsi le decisioni sia delle istituzioni pubbliche che del settore privato. Lo ha detto il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale Luigi Di Maio, nel corso del convegno “La finanza sostenibile al servizio del Paese: situazione attuale e strategie future”, presso la Sala del Refettorio di Palazzo San Macuto a Roma.

Di Maio ha quindi ricordato «il crescente spazio che la Commissione europea ha dedicato e dedica, nelle sue relazioni per Paese, ad analizzare e monitorare l’impatto degli obiettivi di sviluppo sostenibile sulle politiche nazionali, incoraggiando gli Stati membri alla loro inclusione nei rispettivi Programmi nazionali di riforma». Per questo, ha proseguito il ministro, «il nesso tra sviluppo e sostenibilità si riverbera anche sugli aspetti più strettamente connessi alle dinamiche finanziarie». «Dal 2016 la stessa Commissione ha infatti costituito un gruppo di esperti con il compito si elaborare raccomandazioni funzionali allo sviluppo della finanza sostenibile», ha ricordato il ministro.

Di Maio ha quindi sottolineato che «le raccomandazioni recepite nel Piano d’azione della Commissione per finanziare la crescita sostenibile promuovono proprio l’integrazione di criteri ambientali, sociali, e di governance – i cosiddetti Esg Environmental Social and Governance – nella gestione dei rischi e nell’orizzonte temporale valutato dagli operatori finanziari. Gli Esg possono quindi divenire un valido strumento per propiziare azioni destinate a orientare i flussi finanziari verso investimenti sostenibili; gestire in modo più efficace i rischi finanziari che derivano dal cambiamento climatico, dal consumo di risorse, dal degrado ambientale e dalle disuguaglianze sociali; migliorare la trasparenza e incoraggiare un approccio di lungo periodo nelle attività finanziarie», ha proseguito il ministro aggiungendo che in questo contesto, la transizione ecologica ed energetica assume una «dimensione prioritaria». «A livello europeo abbiamo per questo sostenuto con forza il Green Deal, strumento fondamentale per raggiungere la sostenibilità sociale, ambientale e climatica», ha proseguito.

Riguardo l'autore

vocealta

Scrivi un commento