Giustizia Quotidiana

Contrasto alla contraffazione e tutela del Made in Italy nell’era digitale

Scritto da administrator

“Contrasto alla contraffazione e tutela del Made in Italy nell’era digitale”: è il titolo del convegno tenutosi lunedì 1 aprile a Roma alla Camera presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari. Il dibattito ha affrontato l’argomento della contraffazione a 360 gradi, dagli aspetti giuridico-normativi a quelli legali, dagli operatori parlamentari a quelli istituzionali ed economici.

All’incontro, moderato dall’avvocato e giornalista Guido Scorza, hanno partecipato la deputata Maria Laura Paxia (componente X Commissione, Vigilanza Rai e prima firmataria della legge sulla contraffazione e il made in Italy), Gianfranco Di Natale (Direttore Generale Confindustria Moda), Roberto Luongo (Direttore Generale ICE), Benedetto Mineo (Direttore Generale Agenzia delle Dogane e dei Monopoli), Mario Peserico (Presidente INDICAM), Amedeo Teti (Direttore Generale per la lotta alla contraffazione – Ufficio italiano brevetti e marchi Ministero Sviluppo Economico), Nazzareno Vita (Direttore Generale Istituto Tutela Produttori Italiani), Jose Marano (Deputata Regionale, Sicilia), Giuseppe Fragola (avvocato, esperto in Digital Law e Data Intelligence).

“Pirateria digitale, frodi agroalimentari, italian sounding, infrazioni in ambito di sicurezza dei prodotti: il mercato del falso è un business in crescita che in Italia vale circa 7 miliardi di euro e danneggia milioni di prodotti dell’eccellenza Made in Italy”, ha affermato l’avvocato Antonio Bana, tra gli esperti presenti al dibattito e autore dell’e-book pubblicato da The Skill Press “Tutela del Made in Italy: tra profili giuridici, brand storytelling e litigation pr”.

Riguardo l'autore

administrator

Scrivi un commento