Ambiente

Consiglio dell’Ue dà l’ok alla nuova normativa sui rifiuti

Scritto da administrator

Il Consiglio Ue ha dato l’ok definitivo per la nuova normativa sui rifiuti, che introduce nuovi target per il riciclo e stangate per il conferimento nelle discariche. Per evitare sanzioni dai massimi organi europei, la presenza di rifiuti urbani entro il 2035 non dovrà superare il 10% del totale. Con questa normativa più restringente gli stati si auspicano di raggiungere nuovi livelli di riciclo dei materiali inquinanti con miglioramenti per l’ambiente.

Nuove norme anche per quel che riguarda la raccolta differenziata: i rifiuti domestici pericolosi per la salute umana dovranno essere raccolti separatamente entro il 2022, i rifiuti organici entro il 2023 e i tessuti entro il 2025. Obbiettivi di riciclo specifici riguardano i materiali da imballaggio: 55% per la plastica, 75% per il vetro, 85% per la carta, 60% per l'alluminio, 80% per i metalli ferrosi, 30% per il legno.

Soddisfatto il commissario europeo all’ambiente Karmenu Vella, che ha proposto le norme per la prima volta nel 2015: «I nuovi obiettivi di riciclaggio e smaltimento in discarica creano un percorso credibile e ambizioso per una migliore gestione dei rifiuti in Europa. La Commissione – conclude – farà tutto il possibile per sostenere gli Stati membri nell'applicazione della nuova legislazione».

Riguardo l'autore

administrator

Scrivi un commento