Sergio Solero, presidente e ad di Bmw Italia in occasione del Salone dell'auto di Ginevra ha affermato che il futuro della mobilità sarà elettrico ma che sarà necessario un periodo di transizione che servirà anche per la trasformazione del sistema di distribuzione dell'energia.

Bmw punta alla mobilita' elettrica e Solero ha ricordato che «tutti i segmenti di veicoli avranno una vettura con motorizzazione ibrido plug-in», un sistema di transizione “molto importante” che già oggi per il manager «rappresenta la risposta a chi si sposta in città e ha la possibilità di fare una ricarica al giorno». In questa ottica, Bmw punta ad avere 5 modelli tutti elettrici entro il 2021 e 25 modelli elettrificati entro il 2025, di cui 12 completamente elettrici.

 

Per lo sviluppo della mobilità elettrica, tuttavia, ha continuato Solero, non basta il lavoro di ogni singola casa automobilistica, serve un progetto Paese, infatti, ha spiegato «dove c'è un sistema e una programmazione nazionale di medio lungo-periodo funziona meglio» e l'Italia «è rimasta indietro».

 

La consapevolezza di questo pero' sembra esserci e il manager ha rilevato che «c'è attenzione al tema nelle istituzioni, che stanno mettendo supporti», anche se per Solero l'ecotassa bonus/malus «ha un importo limitato», mentre servono progetti di più ampio respiro.