Politics

Altieri: “Troppa burocrazia favorisce i prodotti agricoli stranieri”

ferrovia
Scritto da Super User

ferrovia“Il Vice Ministro dell’Agricoltura Andrea Olivero – rispondendo alla mia interrogazione sul blocco del ritiro di ciliegie italiane – ha ammesso che e’ stata pretestuosa la richiesta di adesione alla Rete del Lavoro Agricolo di Qualità fatta da parte della Grande Distribuzione Organizzata come condizione essenziale per il conferimento di prodotti agricoli. Ha confermato, infatti, che il Ministero e’ consapevole delle criticità relative all’iter di adesione alla Rete, che e’ ancora complicato e in via perfezionamento e snellimento, ma soprattutto ha ribadito che l’adesione alla rete essendo facoltativa non può costituire un discrimine. Mi auguro che questa vicenda sia chiusa definitivamente e che serva da insegnamento per far comprendere come oggi l’agricoltura necessiti di semplificazione e non di complicazione burocratica, che finisce per favorire la concorrenza sleale straniera, come nel caso dell’olio tunisino. Il contrasto al caporalato deve essere fatto nel rispetto del lavoro onesto di centinaia di migliaia di agricoltori su cui non si devono scaricare nuovi, pesanti e impossibili carichi burocratici, altrimenti a pagare sono sempre gli onesti e mai i delinquenti”. E’ quanto dichiara in una nota Nuccio Altieri, deputato dei Conservatori e Riformisti.

Riguardo l'autore

Super User

Scrivi un commento