Ok definitivo dell'Aula della Camera al taglio dei parlamentari. Il disegno di legge costituzionale che riduce i deputati a 400 dai 630 attuali ed i senatori a 200 dagli attuali 315, è stato definitivamente approvato a Montecitorio con 553 voti a favore, 14 contrari e due astenuti. Trattandosi di un disegno di legge costituzionale, era richiesta la maggioranza assoluta dei componenti dell'Assemblea, pari a 316 voti.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al termine dell'incontro con Charles Michel, presidente designato del Consiglio europeo, ha commentato la notizia affermando che il taglio dei parlamentari è un «passaggio storico» per l'Italia. «Il Parlamento italiano oggi ha concluso un percorso di riforma costituzionale molto importante, un passaggio storico». E' stato votato lo «snellimento del numero dei parlamentari, un contenimento anche dei costi. Ma è una riforma molto importante perché prelude anche a una maggiore efficienza dei lavori parlamentari». Ha concluso Conte: «E' un'iniziativa che mostra grande sensibilità per quelle che sono le richieste dei cittadini, che avvicina i cittadini alle istituzioni».