Si è spento all’età di 93 anni lo scrittore, drammaturgo, regista e sceneggiatore Andrea Camilleri. L’agrigentino è deceduto infatti presso l’ospedale Santo Spirito di Roma, dopo che «le condizioni sempre critiche di questi giorni si sono aggravate nelle ultime ore compromettendo le funzioni vitali», lontano dalla sua amata Sicilia e da Porto Empedocle, dove era nato il 6 settembre 1925. Camilleri era conosciuto non solo per i suoi personaggi (su tutti il celebre commissario Montalbano, da cui è scaturita una serie di successo), ma anche per la sua presenza mediatica predominante: si è fatto amare da stimatori e non, si è impegnato nel sociale, nell’insegnamento dei valori della democrazia, dell’eguaglianza e della dignità.

Commosso su Instagram il saluto di Luca Zingaretti, volto di Montalbano nella serie televisiva: «Adesso te ne vai e mi lasci con un senso incolmabile di vuoto, ma so che ogni volta che dirò, anche da solo, nella mia testa, 'Montalbano sono!' dovunque te ne sia andato sorriderai sornione, magari fumandoti una sigaretta e facendomi l'occhiolino in segno di intesa, come l'ultima volta che ci siamo visti a Siracusa. Addio maestro e amico, la terra ti sia lieve! Tuo Luca».

Per volontà del maestro e della famiglia le esequie saranno riservate. Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio.