La capitale della Tunisia è stata colpita da un doppio attacco terroristico. Un kamikaze infatti si è fatto esplodere vicino all’ambasciata a Tunisi della Francia e successivamente un’altra esplosione ha colpito la sede dell’Unità antiterrorismo presente nel paese magrebino.

L’attacco, all’ambasciata contro l’ex potenza coloniale, avvenuto in una zona centrale della capitale, è stato fatale per un poliziotto e ha ferito un altro agente e tre civili. Nel secondo attentato invece sono 4 i militari rimasti coinvolti. Data non casuale da parte degli attentatori, sferrando l’offensiva all'indomani del quarto anniversario della strage del resort a Sousse del 26 giugno del 2015.

Stando alle prime ricostruzioni, i kamikaze si sarebbero avvicinati ad un’auto delle forze di sicurezza poste nei pressi di Port de France, sede dell’ambasciata di Francia, all’incontro tra l'avenue Charles de Gauelle e l'avenue de France.

Secondo quanti riferito dall’emittente locale Mosaique, il tribunale di primo grado di Tunisi a Bab Bnet è stato evacuato su ordine del procuratore della Repubblica della capitale tunisina, come pure sono stati evacuati avvocati e visitatori dal carcere di Mornaguia. Non è chiaro in che misura queste evacuazioni siano collegate al doppio attacco kamikaze.