Tre le tipologie di prova: per la Tipologia AAnalisi e interpretazione di un testo letterario italiano” tra le tracce "Il porto sepolto", breve poesia dell’omonima raccolta del 1919 confluita nel 1942 nella raccolta L'allegria, di Giuseppe Ungaretti e “Il giorno della civetta”, di Leonardo Sciascia, ovvero il romanzo che racconta la storia di alcuni omicidi commessi dalla mafia e della lotta del comandante dei Carabinieri Bellodi per arrestare i colpevoli.

Nella seconda tipologia di “Analisi e produzione di un testo argomentativo” troviamo "Istruzioni per il futuro. Il patrimonio culturale e la democrazia che verrà" di Tommaso Montanari sul valore del patrimonio culturale, "L'illusione della conoscenza" di Steven Sloman e Philip Fernbach e “L’eredità del Novecento”, partendo dall’introduzione di Corrado Stajano alla raccolta di saggi “La cultura italiana del Novecento”.

Per quanto concerne l’ultima tipologia “Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità” proprio quest’ultime tracce sono state le più intraprese. Secondo i dati raccolti dalla community di studenti ScuolaZoo, la maggioranza degli studenti avrebbe scelto infatti le tracce di attualità in particolare, ovvero il discorso del prefetto Luigi Viana in occasione delle celebrazioni del trentennale dall'uccisione del Prefetto Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa della moglie Emanuela Setti Carraro e dell'agente Domenico Russo  seguita dall'articolo del giornalista Cristiano Gatti pubblicato su Il Giornale, che parla della vittoria al Tour de France di Gino Bartali.

Non mancano le polemiche, a seguito del commento del vicepremier Matteo Salvini, critico sulla traccia di Montanari. Ieri il critico infatti aveva espresso un suo parere su Twitter ritenendo che «si può dire che il #maestro Scespirelli era un insopportabile mediocre, al cinema inguardabile? E che fanno senso gli alti lai della Firenzina, genuflessa in lutto o in orbace, ai piedi suoi e dell'orrenda Oriana? Dio l'abbia in gloria, con Portesante e quel che ne consegue», al che Salvini ha ribattuto che «finché questo triste snob di sinistra insulta me, amen. Ma quando arriva a infangare due grandi come Fallaci e Zeffirelli, siamo al delirio. Che lasci ogni incarico pubblico e chieda scusa all'Italia». Lo storico, con grande ironia, rivendica il diritto alla libera espressione.

Le commissioni d'Esame coinvolte quest'anno sono 13.161 per 26.188 classi. I candidati iscritti alla Maturità sono 520.263, di cui 502.607 interni e 17.656 esterni. Il tasso di ammissione all'Esame è stato del 96,3%.