Julian Assange è stato preso dalla polizia britannica. Nato nel 1971, giornalista ed esperto di programmazione digitale, l’attivista australiano è conosciuto per il suo sito WikiLeaks (di cui è cofondatore e caporedattore) dove ha pubblicato numerosi documenti coperti da segreto (di Stato, militare, industriale e bancario).

A confermarlo il ministro dell’Interno britannico Savid Javid che ha detto: «Posso confermare che Julian Assange, 7 anni dopo essere entrato nell’ambasciata ecuadoriana, è ora sotto custodia della polizia per affrontare debitamente la giustizia del Regno Unito» e ha aggiunto «Voglio ringraziare l’ambasciata dell’Ecuador per la sua cooperazione e la polizia per la sua professionalità. Nessuno è al di sopra della legge».

Il tribunale di Stoccolma nel 2010 aveva presentato un mandato d'arresto in contumacia nei suoi confronti con l'accusa di stupro, molestie e coercizione illegale. Fu arrestato da Scotland Yard il 7 dicembre dello stesso anno. Nel mentre la Svezia aveva presentato una richiesta di estradizione, rimandata a seguito del pagamento di una cauzione ma tuttavia successivamente accettata il 2 novembre 2011. Assange, per timore della possibile estradizione a sua volta negli Stati Uniti per l’accusa di spionaggio, si è rifugiato presso l’ambasciata dell’Ecuador, chiedendo asilo politico e ottenendo nel 2018 anche la cittadinanza.