Altri due gravi episodi di violenza sulle donne nella giornata di oggi: si chiama Ciro Russo, 42 anni, pregiudicato di origini napoletane, l'uomo che stamani poco dopo le 9, in via Frangipane a Reggio Calabria,nei pressi del liceo artistico, ha tentato di uccidere la moglie dandole fuoco mentre era in auto e ustionandola gravemente. L'uomo, rende noto la Questura di Reggio Calabria, di corporatura robusta, brizzolato, alto 1.88 metri, con occhi marroni, si è allontanato a bordo di un'autovettura Hyundai i30 di colore grigio scuro targata FF685FW. Sono in corso le ricerche da parte degli uomini della Squadra mobile, delle Volanti e di tutta la Polizia di Stato.

Una ragazza bresciana di 26 anni è stata trovata uccisa invece in un appartamento a Manchester, in Inghilterra, dove la polizia avrebbe già fermato due giovani sospettati del delitto. Lo riporta oggi il Giornale di Brescia. Si tratta di una ragazza italiana di origini senegalesi, Lala Kamara, cresciuta in provincia di Brescia, dove ancora vive la sua famiglia, e residente a Calcinato. Si era trasferita nella città inglese tre anni fa per lavorare come infermiera.

La polizia inglese, dopo le prime indagini, ha fermato due ragazzi di 21 e 25 anni, accusati del delitto, avvenuto sabato nella casa dove viveva la giovane, che avrebbe iniziato un nuovo lavoro proprio ieri. Il padre della 26enne è già partito per l' Inghilterra: «Solo oggi saprò di più sul delitto» ha detto prima di imbarcarsi sul volo.

«Il consolato d'Italia a Londra, in stretto raccordo con la Farnesina e con le autorità locali, segue con la massima attenzione il caso di Lala Kamara, deceduta a Manchester. Ed è in costante contatto con i familiari della connazionale per garantire loro ogni possibile assistenza». Lo rende noto la Farnesina.