Un’intera giornata dedicata alla sicurezza alimentare, alla protezione dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile in Africa. Oggi a Roma, presso la sede dell’Associazione Civita (Palazzo Generali, Piazza Venezia 11), si tiene il convegno “Food safety, environmental protection and sustainable development: new opportunities and business for institutions and Italian companies“, organizzato dallo Studio legale internazionale Pavia e Ansaldo, da Confindustria Assafrica & Mediterraneo e dall’Università Campus Bio-Medico di Roma. Un vero e proprio “Food Safety Day”, con focus sull’Africa.

L’appuntamento è anche l’occasione per cogliere a pieno le opportunità di business per le aziende e le istituzioni italiane nel continente africano e vede la partecipazione di esperti di levatura internazionale, tra docenti universitari, avvocati, imprenditori e rappresentanti istituzionali.

Alle ore 9 sono previsti gli indirizzi di saluto di Raffaele Calabrò (Università Campus Bio-Medico di Roma) e Pier Luigi D’Agata (Confindustria Assafrica & Mediterraneo).

Al primo panel (9.45), intitolato “Regulatory Environment: international law between food safety and food security – Case studies” e moderato da Laura De Gara (Università Campus Bio-Medico di Roma) e Francesco Bruno (Studio Pavia e Ansaldo), partecipano Hilde Kruse (Senior Food Standards Officer FAO), Annalisa Zezza (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria – CREA), Roberto Menta (Ferrero) ed Emanuele Marconi (Università degli Studi del Molise e Università Campus Bio-Medico di Roma).

Alle 11.30 il secondo panel (“Business Forum: the nexus of water, energy, food security and business opportunities”) con la moderazione di Diego Barba (Università Campus Bio-Medico di Roma) e interventi di di Luigi Scordamaglia (CEO of Inalca and President Federalimentare), Damien Valente (CEO of Africa Power Technology), Andrea Romano (Uniafrica), Kristie Wilson-de Groot (Group de Clermont) e Pierluigi Sassi (Groupe Roullier Zone Italie).La sessione mattutina si conclude alle 12.45 con i saluti di Bishop Sánchez Sorondo (Pontifical Academy of Sciences).

La sessione pomeridiana si aprirà alle 14.30 con il terzo panel intitolato “Finance for sustainable development”. Modera Mario Di Giulio (Studio Pavia e Ansaldo) e intervengono Salvatore Rebecchini (SIMEST), Antonella Baldino (Cassa depositi e prestiti), Mauro Bombacigno (Head of Engagment BNP Paribas Italia), Renato Panichi (Standard & Poor’s Senior Director Corporate Ratings), Roberto Ridolfi (Special Advisor on Strategy and Financing Development of FAO – SDGs) e Cosimo Pacciolla (Legal Manager Q8).

Alle 16 il quarto panel, dal titolo “Renewable energies in the fight against climate change to promote food system sustainability”, con la partecipazione di Felice Zaccheo (Head of Unit Sustainable Energy and Climate Change at DG International Cooperation and Development, European Commission), Ruggero Aricò (Enel Green Power), Riccardo Ridolfi (CEO of Equatorial Power) e Damien Valenti (CEO of Africa Power Technology).

Alle 17 Osvaldo Lingua (Ferrero) presenta alcuni dei principali “Case Studies”.

In conclusione del convegno, Tiziana Bernardi (presidente Golfini Rossi Onlus) presenterà il “Progetto Tanzania” (“A school to fight malnutrition”). I lavori si concludono alle 18 con la premiazione dei due migliori studenti dell’Università Campus Bio-Medico che hanno partecipato al progetto.

Qui il programma completo.