Decine di persone, gli abitanti della piccola comunità di Sutherland Springs, in Texas, si sono raccolti nella notte italiana in una veglia di preghiera a pochi metri dalla chiesa First Baptist Church, teatro domenica, durante una messa, della peggiore strage della storia dello Stato americano. La strage, almeno 26 vittime e una ventina di feriti tra cui diversi bambini, ha lasciato sotto shock la comunità, che conta poco piùdi 600 abitanti, a poche decine di chilometri da San Antonio Il bagno di sangue è cominciato intorno alle 11:30 ora locale, quando si celebrava la messa. L'autore della strage è un ex soldato che ha agito da solo, identificato dalla stampa americana come Devin Patrick Kelly, 26 anni, sposato, con una suocera il cui indirizzo postale è proprio a Sutherland Springs. E' stato trovato morto nella sua auto finita fuori strada con il corpo crivellato di colpi: non è chiaro se sia morto per gli spari di un cittadino che lo ha inseguito, nello schianto oppure se si sia suicidato. Le vittime sono tra etàcompresa tra i 5 e i 72 anni e tra di esse c'è anche la figlia quattordicenne del pastore della chiesa, uno dei feriti ha due anni appena.  

Tra il 2009 e il 2013, il killer aveva militato nell'aviazione statunitense, ma era stato espulso dall'esercito. Nel 2012, era stato processato dalla corte marziale per aver picchiato la moglie e il figlio; e nel 2014 era stato congedato "con disonore" per cattiva condotta. Nei messaggi su Facebook, appare come una persona violenta e forse con problemi psicologici, che alternava attività nelle chiese a proclami di ateismo. In uno dei suoi ultimi post, appariva con un fucile Ar-15.

Ora è destinato a riaprirsi in Usa il dibattito sulla vendita facile di armi. Il presidente americano, Donald Trump, è sembrato comunque voler chiudere sul nascere la possibilità di un intervento legislativo per renderne più difficile l'acquisto. Dal Giappone, prima tappa del suo lungo tour asiatico, il presidente americano ha descritto il killer come "uno spostato", ha detto che nel Paese esiste "un problema di salute mentale al livello piu' alto" e che le armi non sono il problema.