"Insieme alla Polonia stiamo elaborando il modo di reagire ai comportamenti aggressivi e destabilizzanti della Russia". Queste le parole del presidente americano Donald Trump in visita a Varsavia. "La Polonia - ha proseguito Trump - non deve mai più essere ostaggio di un unico fornitore di energia", rifefendosi implicitamente alla Russia.

"Siamo in disaccordo con un simile approccio", ha replicato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. "Siamo dispiaciuti per la mancanza di comprensione tra la Russia e gli Stati Uniti sulle aspettative per le loro future relazioni. Ma aspettiamo la prima riunione dei due presidenti" ha continuato, dicendosi certo che i due leader "saranno in grado di scambiare personalmente i loro pensieri sui temi più attuali e, cosa più importante, questa sarà un'opportunità per conoscere e capire il vero approccio reciproco delle relazioni bilaterali, non quello trasmesso da mass media".