Prime pagine

 

Migranti, un accordo a metà. Francia e Spagna: porti chiusi

 

Banche venete, il decreto è a rischio

 

A maggio calano gli occupati

 

Addio a Paolo Villaggio

 

 

Politica

La polemica sul salvataggio delle due banche venete si sposta alla Camera, dove è partito l’iter per la conversione del decreto legge varato il 25 giugno. Gli emendamenti presentati sono settecento, di cui circa la metà del Movimento 5 Stelle. Si apre intanto un nuovo fronte di tensione nel Pd. Michele Emiliano, governatore della Puglia e sfidante di Matteo Renzi alle primarie, definisce «invotabile»  il decreto in quanto «tradisce i risparmiatori». Palazzo Chigi pronto a mettere la fiducia. Ne parla Vittorio Puledda su Repubblica.

 

Sul Corriere della Sera lunga intervista di Aldo Cazzullo al sindaco di Milano Giuseppe Sala: «Buone idee nei due campi, ma tra Renzi e Insieme un accordo è impossibile. Sto con il Pd, però Renzi è un po’ indisponente. Resta da capire se il modo d’essere del segretario fa arrabbiare solo i compagni di viaggio della politica o anche gli elettori. Lo vedremo presto, alla resa dei conti. I migranti? Facciamoli lavorare, come in Germania».

 

Parla al Foglio, intervistato da David Allegranti, il presidente del Pd Matteo Orfini: «Facciamo il “Grande Pd”, allarghiamolo. Dobbiamo essere più inclusivi. Altri se ne andranno? No, arriveranno». Sul referendum sull’alleanza con Berlusconi: «Lo possiamo fare anche sull’esistenza di Babbo Natale o sull’Isola che non c’è».

 

Sul Manifesto, intervista di Massimo Franchi al leader di Articolo 1 - Movimento democratico e progressista, Roberto Speranza: «Piazza Santi Apostoli è stata un successo. C’è un popolo da unire, l’occasione non va sprecata. Bisogna ripartire da un programma sfidante sul lavoro, la scuola, l’Imu e le trivelle».

 

 

Economia

Dopo otto mesi di crescita, a maggio diminuiscono gli occupati. Secondo i dati Istat sono 51mila in meno rispetto al mese precedente, mentre i disoccupati 65mila in più. Il trend interessa tutte le classi di età, con l’eccezione degli ultra-cinquantenni, complice l’innalzamento dell’età pensionabile. La conseguenza è che il tasso di disoccupazione è risalto all’11,3% dall’11,1% di aprile. Tra i giovani (15-24 anni) i senza lavoro sono il 37% (+1,8%). Puntuale l’analisi dei dati del Sole 24 Ore.

 

Oggi o al più tardi domani è atteso l’ok ufficiale della Commissione europea al piano di ricapitalizzazione precauzionale per Monte dei Paschi di Siena. Il disco verde permetterà alla banca di accedere a una ricapitalizzazione stimata intorno a 8,1-8,2 miliardi di euro. La svolta è arrivata quando il fondo Atlante ha accettato di acquistare gli Npl al 20,5%: resta da capire se ora l’Europa chiederà modifiche al piano. Luca Davi e Gianni Trovati sul Sole.

 

Intanto la Cancelliere tedesca Angela Merkel, come riporta Ettore Livini su Repubblica, si dice preoccupata per la dipendenza economica della Grecia dalla Cina.

 

A spiegare la situazione ci pensa, indirettamente, un articolo della Verità: “Greci ormai senza pensioni né sanità. «Ci stanno cucinando a fuoco lento»”.

 

Sul Tempo intervista di Filippo Caleri all’ex segretario della Cisl Raffaele Bonanni, che parla dei «giochi di potere» interni che lo hanno estromesso dalla guida del sindacato.

 

 

Esteri

La Commissione Ue presenta oggi il piano di azione sull’emergenza immigrazione per venire incontro alle richieste italiane. Ma Francia e Spagna si schierano contro l’ipotesi di sbarchi nei propri porti. Ne parla Marco Galluzzo sul Corriere della Sera, mentre sulle stesse pagine Fiorenza Sarzanini esamina i contenuti della bozza di piano che l’Italia presenterà giovedì al vertice dei ministri dell’Interno europei per regolare le attività delle Ong.

 

Ieri discorso del neopresidente francese Emmanuel Macron a Versailles davanti alle due camere riunite in Congresso. Le proposte: taglio di un terzo dei parlamentari, introduzione di una dose di proporzionale nel sistema politico maggioritario, fine dello stato di emergenza, riforma del diritto d’asilo, rilancio dell’Europa. E i giornali italiani, quasi unanimemente, parlano di “rivoluzione”.

 

Telefonata ieri tra il presidente americano Donald Trump e il premier italiano Paolo Gentiloni in vista del G20 di Amburgo del 7-8 luglio. Secondo Paolo Mastrolilli (La Stampa), Trump conta su Roma per uscire dall’isolamento a cui minaccia di confinarlo il G20.

 

Il Vaticano e Donald Trump in campo per aiutare il piccolo Charlie, il bambino di 10 mesi gravemente malato per il quale i medici dell’ospedale di Londra dove è ricoverato hanno deciso l’interruzione delle cure, giudicate inutili. Intanto l’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma si è detto pronto ad ospitare il bimbo. Ne parla, fra gli altri, Jacopo Granzotto sul Giornale.

 

 

Addio a Paolo Villaggio

E’ morto ieri a Roma, all’età di 84 anni, Paolo Villaggio, entrato nella cultura popolare con il personaggio del ragioniere Ugo Fantozzi. Fantastica e struggente la frase di Fantozzi con cui Federico Pontiggia ricorda Villaggio sul Fatto Quotidiano: «Sai Pina, ho una caratteristica: sono indistruttibile, e sai perché? Perché nella vita ho perso sempre tutto».