Non si ferma la scia del terrore a Londra. Questa volta a essere presi di mira sono i fedeli musulmani della moschea di Finsbury Park, investiti da un furgone nella notte subito dopo la preghiera serale del mese sacro di Ramadan.

Attualmente il bilancio delle vittime segna un morto accertato e almeno otto feriti, di cui tre gravi, ricoverati in ospedale. Il responsabile è stato arrestato dalla polizia dopo essere stato tirato fuori dal veicolo da alcune persone scampate all'attentato.

La premier Theresa May verso l'alba ha dichiarato che la polizia sta indagando sull'accaduto come "potenziale attacco terrorismo". Dura la presa di posizione del Muslim Council of Britain, rappresentanza istituzionale della comunità islamica, che ha parlato di violenta manifestazione d'islamofobia e ha chiesto alle autorità di garantire maggiore protezione alle moschee.