Il ministero della Salute considera la giornata di domani, mercoledì 26 giugno 2019, come particolarmente a rischio per un forte aumento delle temperature. Nella fattispecie l’allerta arancione per “condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute” scatterà per dieci città da Nord a Sud: Bolzano, Brescia e Bologna nel Nord, Firenze, Perugia, Rieti, Roma, Frosinone e Latina al Centro, Napoli al Sud, probabilmente anticipato per oggi a Bolzano, Brescia e Rieti.

Gli esperti che operano presso il Ministero invitano a prestare particolare attenzione ai bambini molto piccoli, agli anziani, alle persone non autosufficienti, a quelle convalescenti e a quelle asmatiche o con malattie respiratorie.

Non a caso bisogna prestare particolarmente attenzione alla qualità dell’aria, evitando non solo zone particolarmente trafficate ma considerando anche che in questa stagione è proprio nei parchi e nelle aree verdi che si registrano i valori più alti di ozono.

È consigliabile per tanto «evitare l'esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata», ovvero tra le 11 e le 18, evitare l’attività fisica intensa all’aria aperta in questi orari e bagnarsi spesso con acqua fresca, oltre a seguire un’alimentazione leggera preferendo la pasta, il pesce, la frutta e la verdura  alla carne e ai cibi piccanti, prestando ulteriore attenzione alla conservazione degli alimenti deperibili, particolarmente a rischio per la proliferazione di germi patogeni causa di patologie gastroenteriche.