Il ministero della Salute ha diramato il bollettino rosso per l’ondata di calore che si verificherà nelle prossime ore in Italia. Dopo un inizio stentato con piogge sparse, nei prossimi giorni è previsto un notevole aumento delle temperature con valori massimi che Venerdì potrebbero toccare i 38 gradi centigradi.

Allarme nelle grandi città, con le temperature che cominceranno a salire prepotentemente con valori massimi che venerdì potrebbero toccare i 38 gradi a Firenze, 40 in Puglia e 43 nelle zone interne della Sicilia. Per quanto il caldo fosse atteso infatti il Ministero infatti sottolinea come sarà intenso.

Le città più roventi d’Italia saranno Campobasso e Perugia (livello di rischio 3 “rosso” del bollettino sulle ondate di calore, il più alto, pubblicato sul portale del ministero della Salute), seguite da Bari e Palermo (bollino arancione per il ministero della Salute), Ancona, Bologna, Catania, Messina, Frosinone, Rieti, Reggio Calabria, Napoli Trieste (bollino giallo). Per la Capitale è prevista un’ondata di calore da giovedì con punte di 36 gradi specialmente venerdì.

Il livello 3 (il bollino rosso) indica «condizioni di emergenza» con possibili effetti negativi «sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche». Presso il portale del Ministero è possibile scaricare opuscoli relativi alle ondate di calore, rivolti soprattutto agli operatori del settore (medici, personale delle strutture per gli anziani o che assistono anziani) e alle fasce più a rischio della popolazione, ed in generale per tutti. È attiva inoltre la App Caldo e Salute, realizzata dal ministero della Salute in collaborazione con il Dipartimento di Epidemiologia del servizio sanitario della Regione Lazio - ASL Roma 1.