"Si è concluso a Bucarest il 24esimo Congresso dell'European Surgical Association, la più importante società chirurgica europea che raccoglie i migliori chirurghi dai più accreditati centri ospedalieri di tutto il continente. La ricerca clinica prodotta nei dipartimenti italiani si è confermata di assoluto livello e oggi occupa stabilmente un posto di rilievo nell'ambito della comunità chirurgica europea. Significativo è il fatto che la società scientifica si riunirà di nuovo fra un anno, questa volta a Trieste che sarà pronta ad accogliere il meglio della chirurgia continentale, nel biennio di presidenza italiana della società". Lo dichiara Marco Montorsi , presidente della Sic, Società italiana di chirurgia.

"Nel corso del Congresso - aggiunge lo specialista in una nota - sono stati presentati studi interessanti, spesso multicentrici e randomizzati, che hanno offerto soluzioni ai più attuali problemi nei diversi settori della chirurgia, dal colo-rettale al vascolare. Tra questi, i contributi di alcuni gruppi italiani (in particolare provenienti dalle università di Bologna, Milano e Verona) hanno riscosso grande attenzione e stimolato un'interessante discussione. Gli studi - conclude Montorsi - sono stati presentati da giovani chirurghi molto brillanti, che testimoniano la vitalità del 'vivaio' nazionale".