«Dobbiamo riprendere con il massimo impegno la discussione sul Recovery Plan. Si può dire di tutto, ma dobbiamo definire la questione, ne va della credibilità del Paese in Ue. Non ci possiamo permettere distrazioni», ha affermato il premier Giuseppe Conte intervenendo alla inaugurazione del Data Center di Modena. 

 

«Dobbiamo trovare una sintesi efficaceC’è una proficua e leale collaborazione, torneremo a confrontarci presto», ha aggiunto il premier parlando del rapporto con le Regioni e salutando il governatore Stefano Bonaccini nel corso del suo intervento. 

 

Il Recovery Plan, ricorda, «dovrà essere un progetto nazionale, che raccoglierà tutte le istanze delle parti sociali e tornerà in Parlamento per la sua approvazione».

 

Intanto il capodelegazione M5S, Alfonso Bonafede, plaude al premier. «Convocare le delegazioni della maggioranza sul Recovery plan è un'iniziativa ottima. Questo pomeriggio, la prima a essere ascoltata sarà la delegazione del M5S. Come sempre, ci confronteremo in maniera costruttiva, nella consapevolezza che il Recovery plan rappresenta un'occasione da non sprecare», scrive su Facebook Bonafede. «L’Italia si prepara ad affrontare un Natale molto difficile e dobbiamo continuare a lavorare per rispondere coi fatti alle sfide che abbiamo davanti. È questo che i cittadini si aspettano da noi, non sterili polemiche che rischiano soltanto di danneggiare il Paese».