La commissione organizzatrice dell'evento a meno di una settimana dall’annuncio di positività del presidente si è espressa, il confronto fissato per il 15 ottobre con lo sfidante democratico Joe Biden sarà a distanza, nonostante Trump ripeta «Non sono contagioso, sto benissimo».

I due rivali si scontreranno da remoto, in due luoghi differenti. Il pubblico ed il moderatore Steve Scully saranno, come previsto, all’Adrienne Arsht Center for the Performing Arts di Miami. 

 

Parlando a Fox Business News con Maria Bartiromo, nella sua prima intervista da quando è ammalato di Covid, Trump ha affermato che si sente «perfetto» da quando è tornato alla Casa Bianca e che i farmaci che sta assumendo, una particolare cura antinfiammatoria a base di steroidi, non sono per nulla forti ed invalidanti.

Il presidente ribadisce: «Non è così che funzionano i dibattiti, stare dietro ad un computer è fare un dibattito?» - «Non ce lo hanno neppure comunicato, hanno chiamato poco fa ed è stato annunciato. La Commissione sta provando a proteggere Joe Biden, dopo che al primo incontro l’ho battuto facilmente». 

È chiaro che il presidente si aspettasse di trionfare anche nel secondo caso. 

«Al posto del dibattito virtuale ci sarà un comizio» ha aggiunto, non apprezzando nemmeno il moderatore scelto, «Steve Scully non è mai stato un ‘Trumper». 

 

Nel frattempo crescono i consensi per Joe Biden, anche dati dalla gestione della propria positività da parte di Trump, giudicata dai cittadini troppo superficiale e rischiosa per la salute pubblica. Nelle previsioni della Cnn il democratico ha superato per la prima volta soglia 270 elettori su 538 necessari per essere eletto, senza aggiungere gli Stati «saldamente» legati a Biden che porterebbero ulteriori 290 voti.