Nuova revisione in Commissione Bilancio del Senato sulla manovra, dove sono stati confermati il raddoppio dei fondi aggiuntivi per le borse di studio universitarie (da 16 a 31 milioni), i fondi ai corsi anti-bullismo compresa la componente del cyber-bullismo (un milione di euro all’anno) e l’equiparazione dei monopattini elettrici alle bici; non ci saranno tagli sulle spese sanitarie, mentre verranno rinviate le discusse plastic tax e sugar tax, ovvero rispettivamente sulla plastica e sui prodotti zuccherati, con la limitazione della robin tax ai soli concessionari del trasporto.

Nello specifico inoltre la tassa sulle auto aziendali sarà rimodulata in 4 fasce, colpendo prevalentemente le auto più inquinanti. La tassa sulla plastica, che non si applicherà sui contenitori ad uso medico né sulla plastica compostabile, riciclata o tetrapack, dovrebbe essere fissata a 50 centesimi al chilo (da 1 euro) da luglio, consentendo un incasso nel 2020 di 150 milioni, (e non 1,1 miliardi com’era nel disegno originario), mentre la tassa sugli zuccheri, 10 euro a ettolitro, dovrebbe portare 60 milioni di euro. La cosiddetta robin tax, ovvero addizionale sull’imposta sul reddito della società (Ires), si applicherà solamente ai concessionari di autostrade, porti, aeroporti e ferrovie dal 2019 al 2021, mentre il bonus facciate sarà esteso anche agli alberghi e il green new deal, una serie di fondi destinati a politiche eco-sostenibili, coprirà anche le spese per le aziende che ridurranno la plastica e rafforzerà il sostegno alle imprese femminili e quelle fondate da giovani.

Una serie di fondi saranno invece stanziati per il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, per gli enti locali (da destinare in investimenti e servizi), per la dotazione del fondo per la non autosufficienza (300 milioni dal 2022) e per il rinnovo dei contratti della pubblica amministrazione (100 milioni). A questi si aggiungono 10 milioni da utilizzare per il 5x1000.

Sarà invece pesantemente tassato il sistema dei giochi, con una stretta di 308 milioni, un aumento del 20% da marzo del prelievo sulle vincite oltre i 500 euro, compresi i Gratta e Vinci e del 20% sulle nuove slot sopra i 200 euro.

Numerosi commenti politici, specchio delle condizioni del governo. Il premier Giuseppe Conte ha richiesto un tavolo per «tracciare una roadmap di governo chiara con le priorità e un cronoprogramma per governare fino al 2023». Concorde il segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, che richiede l’istituzione di una Agenda 2020 al pari di Liberi e Uguali, mentre il capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio sostiene invece che «il governo deve andare avanti su temi come casa, sanità, lavoro». Italia Viva invece, per voce del deputato e vicepresidente Camera Ettore Rosato è disposta a discutere di«taglio dell'Irpef e piano di shock di investimenti, purché non sia un rito da prima Repubblica». La Lega inoltre, dato che al Senato si starebbe procedendo al rinvio senza voto, sostiene che «si rischia l’esercizio provvisorio di bilancio» secondo il capogruppo Massimiliano Romeo, condividendo i timori dei presidenti delle Camere, Roberto Fico e Elisabetta Casellati.