Danilo Toninelli, ministro delle Infrastrutture in quota 5 stelle, tuona contro Giovanni Tria «Tria ha dimenticato che c'è un contratto di governo, lui dovrebbe ricordarlo, si atterrà a quello che c'è scritto » . Le parole pronunciate dal titolare del Tesoro a 'Quarta Repubblica' sulla Tav « Nessuno verrà a investire in Italia se il Paese dimostra che un governo che cambia non stai ai patti, cambia le leggi o le rende retroattive » non sono piaciute affatto al Movimento. Per Toninelli: « Chi ha creato instabilità per gli investitori - ha aggiunto - deve guardare al passato, anche se poi l'unico cantiere sospeso e non bloccato è quello Tav » .

Per il M5s il ministro "che rema contro" è il primo a "creare instabilità". Una fonte M5s di governo esprime così l'insofferenza all'Adnkronos: « Sconfessando la linea dell'esecutivo è il primo a creare instabilità, altro che Tav »

Accordo invece sui conti pubblici perché Tria smentisce le voci di un intervento correttivo. Manovra bis? « Una fissazione, non è il momento » . Aumento dell'Iva? « Follie, speculazioni giornalistiche » e le paragona a quelle popolane che sotto la ghigliottina «lavoravano a maglia e applaudivano quando tagliavano le teste ». Insomma, « appena arriva una notizia cattiva sull'economia, tutti che godono: sono delusi che non ci sia stato il downgrade, e dicono che ci sarà la prossima volta » . « Si può odiare questo governo, però « siamo tutti italiani e non si possono dire delle cose contro l'andamento dell'economia italiana: se le cose vanno male, vanno male per tutti ».

Per il ministro Tria quindi nessun aumento dell'Iva o intervento correttivo per far fronte ad un'economia che peggiora insomma , non c'è alcun lavoro del governo, al momento, che possa prevedere un simile scenario.

Infine su Bankitalia Tria è perentorio: « Nessuno può disporre delle riserve d'oro, se non la banca centrale, per motivi di politica monetaria ».