Mattinata decisiva nell’iter che porterà alla formazione del nuovo governo. Dopo la nuova fumata nera nel secondo giro di consultazioni tenutosi la settimana scorsa, infatti, era chiaro che il presidente della Repubblica avrebbe optato per una decisione strettamente legata alla tradizione e alla prassi costituzionale del nostro Paese. Dal momento che le forze politiche vincitrici delle elezioni del 4 marzo non hanno trovato nessun accordo che possa assicurare al futuro governo una maggioranza stabile nei due rami del parlamento, il prossimo passaggio suggerito dai protocolli è quello di conferire un incarico esplorativo a una figura istituzionale. Così negli ultimi giorni il nome che la stampa ha suggerito a più riprese è stato quello di Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato

La giornata è iniziata alle 8:30, quando una nota rilasciata dal Quirinale annunciava la convocazione, da parte di Mattarella, del Presidente Casellati per le 11. Dopo l’apertura della sala stampa alle 9:30 l’attesa si è protratta fino all’orario previsto, quando perfettamente puntuale la pasdaran berlusconiana è arrivata al Colle, ricevuta dal picchetto d’onore della Marina Militare.

L’incontro è durato poco più di mezz’ora, alle 11:40 infatti il segretario generale ha parlato alla stampa: «Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto questa mattina al Palazzo del Quirinale la Presidente del Senato della Repubblica Maria Elisabetta Alberti Casellati – ha esordito davanti ai giornalisti Ugo Zampetti – e le ha affidato il compito di verificare l’esistenza di una maggioranza parlamentare tra i partiti della coalizione di centro destra e del Movimento 5 stelle e di una indicazione condivisa per l’affidamento dell’incarico di Presidente del Consiglio per costituire il governo». Il Segretario ha poi concluso indicando che il termine massimo concesso alla Casellati per riferire al Presidente della Repubblica è quello della giornata di venerdì

Qualche minuto dopo è stato proprio il Presidente del Senato a parlare nella sala stampa del Quirinale: «Ho ricevuto dal Presidente della Repubblica il mandato esplorativo nei termini già espressi nel comunicato. Ho ringraziato – prosegue l’on. Casellati - per la fiducia accordatami il Presidente Mattarella che terrò costantemente aggiornato». La senatrice di Forza Italia ha poi concluso dicendo: «Intendo svolgere l’incarico con lo stesso spirito di servizio che ha animato il ruolo di Presidente del Senato nelle ultime settimane. Sarete informati del calendario degli incontri che avverranno in tempi molto rapidi».

Mentre si attendono le reazioni dagli esponenti del mondo politico e delle forze tirate in ballo, il Presidente del Senato lascia il Quirinale per giungere a Palazzo Montecitorio, dove è fissato un colloquio con il Presidente della Camera Roberto Fico