Il Natale è giunto alle porte, e con esso i lauti banchetti e le feste. Per l’occasione il Consorzio di tutela del pecorino romano DOP e l’azienda Rau Arte Dolciaria di Berchidda (Sassari) hanno deciso di lanciare un Panettone salato da aperitivo.

Il curioso alimento, presentato alla Fiera di Torino e all’Aeroporto di Olbia, verrà messo in commercio in due differenti versioni. Una versione, denominata “Smeralda, Delizia di terra”, presenta il gusto di pecorino romano DOP, salsiccia e pomodorini, mentre la seconda versione, “Smeraldo, Delizia di mare”, è al gusto di acciughe, carciofi e olive. Il Panettone salato presenta così un riuscito esperimento volto a valorizzare la Sardegna e i suoi prodotti.

Il presidente del Consorzio, Salvatore Palitta, ha commentato: «Ci consideriamo parte della storia della nostra Isola, già a fine '800 il nostro prodotto si è radicato qua, oramai il 95% della produzione è tutta sarda e per noi è motivo di orgoglio promuoverla, difenderla, e soprattutto tutelarla nel mondo, questa scelta ci conferma che il nostro pecorino è versatile e può essere ben utilizzato per tanti usi e palati».  Per tanto «noi abbiamo il dovere di tutelare la nostra storia, la nostra cultura e la sostenibilità ambientale. Il pecorino romano è un prodotto che nasce da un territorio e da un ambiente incontaminato, che noi dobbiamo preservare. Lo facciamo avendo ogni giorno cura dei nostri prodotti e impegnandoci al massimo per farli conoscere al mondo».

Tonino Rau, tra i principali esponenti dell’arte dolciaria in Sardegna, ha affermato come l’idea sia nata dopo aver creato con la Lucrezio R, l'altra azienda di famiglia di Sebastiano Rau, una linea moderna da miscelazione di aperitivi e cocktail, la “Isola delle Pietre”, composta da gin, vodka, vermouth e bitter a cui si aggiunge l'impiego di erbe aromatiche sarde. Rau ha commentato: «abbiamo sperimentato per un anno impasto e ingredienti, e finalmente eccoci qua, con questi prodotti a lievitazione totalmente naturale per 72 ore, lievito madre e olio extravergine di oliva».